Seguici su | AREA RISERVATA

Piazza IV Novembre, 40 - 70038 Terlizzi - Ba

ANNULLAMENTO CARTELLE PRESCRITTE Non necessario presentare ricorso

In sede di rottamazione sono emerse cartelle di pagamento notificate in tempo remoto, senza ulteriori notifiche interruttive dei termini prescrizionali, divenendo quindi pretese non più recuperabili da parte dell’Ente impositore creditore (Agenzia delle Entrate, Comune, Pubblica Amministrazione in generale).
Anche quando giungono sollecito di pagamento, intimazione o avviso di fermo amministrativo, il contribuente senza necessità di presentare alcun ricorso, può chiedere direttamente la sospensione immediata della procedura di riscossione, ai sensi della legge di stabilità 2013 approvata con L. 24/12/5202 n. 2012.
Deve presentare la domanda di sospensione, il Mod.SL1 riportato in allegato, all’Agenzia delle Entrate Riscossione, on-line registrandosi al portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it, oppure in Puglia, indirizzandola alla mail sospensioneriscossioner.puglia@agenziariascoassione.gov.it o direttamente allo sportello.
Ricevuta la domanda, l’Agenzia delle Entrate Riscossione sospende la procedura di riscossione e chiede all’Ente impositore creditore di verificare la posizione. L’Ente valuta la domanda e quindi:
· accoglie la richiesta e annulla l’atto;
· rigetta la richiesta e riattiva l’attività di recupero.
Se entro 220 giorni dalla presentazione della domanda l’Ente impositore creditore non risponde, la pendenza tributaria si annulla di pieno diritto e il contribuente è considerato utomaticamente discaricato dei relativi ruoli.
Si resta a disposizione per ogni ulteriore eventuale informazione.

 

CONDIVIDI articolo o clicca MI PIACE: